lunedì 16 ottobre 2017

20/21 ott - QdA - teatro - ERASMEGIDIO, DI API E DI CAOS


20-21 ottobre Vitorvhiano (VT), Complesso di Sant'Agnese ore 21,00

ERASMEGIDIO, DI API E DI CAOS

Fra rinascimento e contemporaneità, continua il focus di Quartieri dell'Arte sul 500° anniversario della Riforma protestante.


Due talenti emergenti della drammaturgia europea, Laura Grimaldi e il bulgaro Yasen Vasilev, presentano radicali riscritture di Papa Giulio escluso dal Cielo di Erasmo da Rotterdam e il dialogo Egidio di Giovanni Pontano. Una prima assoluta, nell'ambito del progetto europeo EU Collective Plays!, per la regia di Riccardo Festa e Matteo Angius.


Papa Giulio II, una volta morto, cerca di varcare le porte del paradiso ma viene respinto da san Pietro. Si arrabbia e così cerca di convincerlo che la sua idea di Chiesa è ormai superata cercando di convertirlo agli ideali della forza, del denaro e del potere. Invano, perché nonostante le minacce con tanto di armate, rimarrà fuori dal Paradiso. L'istituzione del papato ne esce così altamente degradata. Il pamphlet non fu firmato da Erasmo da Rotterdam e ne negò la paternità quando i luterani lo prenderanno come libro-bandiera. In realtà alcuni filologi moderni, tra cui Silvana Seidel Menchi, lo riattribuiranno a lui a circa 5 secoli. In maniera inoppugnabile. Un testo che ripercorre gli anni della Riforma e incrocia i principali protagonisti dello scontro teologico dell'epoca.


L'Aegidius di Giovanni Pontano, amico di Egidio da Viterbo, rievoca la figura del teologo ispiratore del Luteranesimo in un Dialogo. Un dibattito di idee utile per evidenziare l'importanza che avranno le idee Egidio nella storia.


Laura Grimaldi. Nata e cresciuta a Roma si è laureata in Letteratura e Comunicazione dei Mass Media con il massimo dei voti nel 2011. Ha frequentato il corso di Sceneggiatura presso il Centro Sperimentale di Cinematografia da 2012 al 2014. Dopo il diploma ha lavorato come autrice TV (Sconosciuti - 2015, Un posto al sole - 2016), sceneggiatrice (La Gente Resta, documentary, Special Jury Award at 33° Torino Film Festival - 2015) e drammaturga (Non lo so dire, Città del Teatro, Cascina - 2013, Escape, Teatro Stabile, Potenza - 2015, Non ce ne voglia Shakespeare, Teatro Stabile, Potenza - 2016, Lemmings - 2016). Dal 2014 al 2017 è stata autrice e consulente per Rai Ficion. Attualmente lavora a nuovi progetti relativi a documentari, serie tv, webseries, opere teatrali e film. È finalista del tredicesimo Premio Solinas (2016) con il dramedy "Posso piangere 5 minuti?"


Yasen Vasilev (1988) è un poeta e scrittore bulgaro. Ha studiato teatro presso accademie di Sofia e di Shangai. Autore di due raccolte di poesie e di numerose performance e di quattro opere teatrali The Walled In Ones (2012-2013, Nikolay Binev Theatre, Sofia; published by Asymptote), Borgestriptych (2014, Swatch Art Peace Hotel, Shanghai; 2016, DNK, Sofia), Elevation 506 (2015-2016, letture e workshops presso Theatre Drachengasse, Vienna; Red House, Sofia; Drama League of New York) and Ishmael (2016, Nau Ivanow, Barcelona, part of the PIIGS: dramaturgy of the crisis contest). È coerografo di Nutricula (2015-2016, Minsheng Museum, Shanghai; Atalaia Artes Performativas, Ourique e Lisbon, Portugal; Arts Printing House, Vilnius, Lithuania). Yasen è stato artista in residenza presso Swatch Art Peace Hotel, Shanghai (2014), KulturKontakt, Federal Chancellery of Austria a Vienna (2015) e The Drama League of NewYork (2016).


Costo biglietti:  Intero 5€ , ridotto (under 26 / over 65 / studenti) 3€

(posti limitati, si consiglia la prenotazione)



Macklemore raddoppia: nuova data al Fabrique di Milano il 22 aprile!


IL NUOVO ALBUM 'GEMINI' LO VEDE

NUOVAMENTE SOLISTA

IL VIDEO DEL PRIMO SINGOLO 'GLORIOUS' HA SUPERATO

58 MILIONI DI VISUALIZZAZIONI SU YOUTUBE

FAUTORE DI 'THRIFT SHOP' UNA DELLE PIU' GRANDI
VIRAL HIT DI QUESTO DECENNIO E MULTI-PLATINO IN ITALIA

Macklemore

NUOVA DATA

DOMENICA 22 APRILE 2018
MILANO @ FABRIQUE

 

Prezzi Biglietti:

Posto unico: 46€ + ddp

 

Biglietti in vendita dalle ore 9.00 di Venerdì 20 ottobre www.ticketone.it

L'organizzatore declina ogni responsabilità in caso di acquisto di biglietti fuori dai circuiti di biglietteria autorizzati non presenti nei nostri comunicati ufficiali.

 

Macklemore torna in Italia con il Gemini Tour, per presentare il nuovo progetto solista, al Fabrique di Milano Sabato 21 e Domenica 22 Aprile.

Chiunque conosce Macklemore, artista di fama mondiale. Dal 2012 con la suonatissima 'Thrift Shop', multi-platino e "Can't Hold Us Down", triplo disco di platino in Italia, si è fatto conoscere in tutto il mondo insieme a Ryan Lewis. Dopo più di 2 miliardi di visualizzazioni su Youtube, un numero di fan spaventoso, due album amati da critica e pubblico, vincitore di quattro Grammy Awards, certificazioni platino e oro in tutto il mondo, l'artista decide di intraprendere nuovamente un percorso solista.

Il nuovo album 'Gemini' pubblicato il 22 Settembre e anticipato dal singolo "Glorious" già certificato oro in Italia, vanta al suo interno numerose collaborazioni tra cui Kesha, Lil' Yatchy e Skylar Grey, lo porterà in giro per il mondo, con un Tour che farà tappa a Milano per due serate al Fabrique, Sabato 21 e Domenica 22 Aprile.

http://macklemore.com/

https://www.instagram.com/macklemore/

https://www.instagram.com/macklemore/

https://www.facebook.com/Macklemore/

 

Indipendente concerti condotta dal suo fondatore Corrado Rizzotto ha portato sin dagli anni 90 in Italia grandi nomi della scena internazionale come Radiohead, Muse, Franz Ferdinand, Sigur Ròs, The Black Keys.

 

 


Beatlestory 'The Best Beatles Celebration 50th' torna in scena con un cast d'eccezione: 4 novembre, Bologna

BEATLESTORY
"The Best Beatles Celebration 50th"
torna in scena rinnovato con Emanuele Angeletti (Paul McCartney) e Roberto Angelelli (George Harrison), reduci dalla fortuna esperienza con gli Apple Pies e dal successo mondiale dei Musical inglesi "LET IT BE" e "MACCA"

4 novembre - Teatro delle Celebrazioni, Via Saragozza, 234 (Bologna)

Dopo le scene internazionali, BeatleStory - nell'anno del 50esimo anniversario di Magical Mystery Tour e Sgt. Pepper's - torna sulle scene nella cornice del Teatro delle Celebrazioni di Bologna, sabato 4 novembre 2017 con uno show ancora una volta rinnovato e con un cast stellare che vanta la presenza di Emanuele Angeletti (Paul McCartney) e Roberto Angelelli (George Harrison), reduci dalla fortuna esperienza con gli Apple Pies e dal successo mondiale dei Musical inglesi "LET IT BE" e "MACCA" in Asia, Gran Bretagna e Stati Uniti.

Con la partecipazione di Patrizio Angeletti (John Lennon) e in collaborazione con Menti Associate e Papik, "BeatleStory", il 4 novembre a Bologna, si presenta al grande pubblico come un'ulteriore evoluzione del progetto sui Fab4 definito dalla stampa "il più grande omaggio ai Beatles 50 anni dopo" (La Repubblica), "un ritratto fedele della band più influente della storia della musica" (Il Corriere della Sera).

In una nuova versione multimediale BeatleStory arriva per la prima volta al Teatro delle Celebrazioni con un concerto unico in cui ripercorrere la produzione dei Beatles letteralmente immergendosi negli anni che li videro cambiare la storia della musica.

"BeatleStory" è, infatti, un live show multimediale che, attraverso un magico viaggio, ripercorre l'intera storia dei Beatles dal '62 al '70, in un concerto con oltre 40 dei loro più grandi successi. Un concerto ricco di proiezioni, con una cura unica nei dettagli e nei costumi, negli arrangiamenti e nei trucchi, dedicato ad appassionati e non solo, che - attraverso la favola musicale più bella ed emozionante di sempre - catapulterà il pubblico indietro negli anni sessanta, quando una band di Liverpool rivoluzionò il mondo con le sue canzoni.

Partendo dalle strade di Liverpool, attraversando gli anni della Beatlemania fino ai grandi capolavori in studio, BeatleStory è un evento unico nel suo genere, con 2 ore intense di capolavori come: "She Loves You, I Want To Hold Your Hand, Twist And Shout, Yesterday, Sgt.Pepper's Lonely Hearts Club Band, All You Need Is Love, Come Together, Let It Be, Hey Jude.

Lo show è suddiviso in 5 set: Beatlemania - Shea Stadium - Sgt Pepper - Summer of Love - Abbey Road. Ognuno di questi momenti rappresenta un diverso periodo che ha caratterizzato la storia dei Beatles.

Tutti i 5 set sono introdotti da filmati che immergono lo spettatore nel preciso momento storico, politico-sociale e ovviamente musicale che la band si accinge ad eseguire.

Con video d'epoca, costumi fedelmente riprodotti, strumenti vintage e un'incantevole scenografia, "BeatleStory" diventa così un ritratto fedele della band più influente della storia della musica, unendo la storia dei Fab Four alla storia di un'epoca.

Appuntamento al TEATRO DELLE CELEBRAZIONI di Bologna, sabato 4 novembre 2017. Ore 21:00. Biglietti: 27 – 33 euro.



La startup Italiana che sfida Amazon, e conquista Londra e New York

Xtribe, la startup italiana che sfida Amazon

E dopo aver aperto anche a Londra e New York

Si prepara alla quotazione al Nasdaq

 

Ci siamo abituati a pensare che per via dello sviluppo di internet, il commercio tradizionale sia destinato a morire sotto la scure di Amazon e degli altri e-commerce che dominano il mercato. Ma tutto sta cambiando se si guarda alla crescita incredibile di Xtribe.

 

Xtribe permette di cercare un prodotto dal proprio smartphone, individuare il venditore più vicino, contattarlo in qualunque momento tramite la chat interna per informazioni e richieste ed accordarsi per un incontro, tutto in real time. Xtribe rompe le regole dominanti dell'e-commerce e usa la tecnologia senza lasciarsi assorbire da questa, riportando le persone nei negozi e promuovendo così un contatto personale tra clienti e venditori, che sembrava si volesse cancellare per sempre. In questo modo si crea un rapporto personale tra chi compra e chi vende, dando vita a un'interazione che, nata social, diventa concretamente sociale.

 

Questo non solo promuove la piccola-media impresa locale, ma contraddice la convinzione comune che bisogna guardare oltre-oceano per trovare quello di cui si ha bisogno o si desidera, quando invece potrebbe essere a due passi da casa, senza dover pagare costi di spedizione e lunghi tempi di attesa.

 

Non solo, oltre la tipica compravendita, si ha l'opzione di noleggiare o persino barattare prodotti e servizi.

 

La produzione operativa e l'ufficio web marketing di Xtribe sono collocati a Pesaro. Ma la startup ha aperto anche Milano, Roma e Torino. Non solo, data la forte crescita e la risposta positiva del mercato, ha aperto due sedi estere, una a Londra e una New York. I numeri sono infatti sono molto significativi: 300.000 download, con una crescita mensile di 45.000 download e 500 nuovi store al mese.

 

Al fine di promuovere lo sviluppo e cambiare completamente il concetto di E-commerce, Xtribe ha avuto l'autorizzazione dalla Sec americana (Securities and Exchange Commission) per la quotazione al Nasdaq. L'obiettivo è quello di arrivare alla quotazione entro il 2018.

 

Maggiori informazioni su Xtribe: Xtribe nasce nel 2012 da un'idea di Mattia Sistigu, attuale COO dell'azienda, che si chiedeva come far sì che le persone potessero vendere, scambiare o noleggiare oggetti e servizi nella maniera più rapida ed economica possibile. L'idea fu così coinvolgente che accese subito l'interesse e l'entusiamo di altri due amici: Enrico dal Monte (che diventerà CEO di Xtribe) e Marco Paolucci (che ne diventerà Project Manager).

Nel tempo Xtribe ha coinvolto numerosi partner, investitori e collaboratori.

Per saperne di più:

http://www.xtribeapp.com/it/

Xtribe è anche su facebook



Teatro Palladium: LE SERVE con Bonaiuto, Mandracchia, Gravina (19-22 ottobre)


 

 

Stagione artistica 2017/2018

 

Giovedì 19 – Venerdì 20 – Sabato 21 ottobre
Ore 21
Domenica 22 ottobre
Ore 18

Teatro e società
in coproduzione con
Teatro Stabile Biondo di Palermo
Teatro Stabile di Catania

ANNA BONAIUTO - MANUELA MANDRACCHIA - VANESSA GRAVINA

in

LE SERVE
di Jean Genet

 Traduzione Gioia Costa

Regia Giovanni Anfuso
Scene Alessandro Chiti
Costumi Lucia Mariani
Musiche Paolo Daniele


Teatro Palladium - Università Roma Tre
Piazza Bartolomeo Romano 8, 00154 Roma


"Uno straordinario esempio di continuo ribaltamento fra essere e apparire, fra immaginario e realtà". Con queste parole Jean-Paul Sartre descriveva Le serve (Les bonnes) di Jean Genet, una delle sue opere più famose. Genet con il suo teatro ha indubbiamente rivoluzionato la forma stessa della tragedia moderna.
Scritto nel 1947 ed ispirato ad un evento di cronaca che impressionò enormemente l'opinione pubblica francese, Le serve è considerato uno dei suoi capolavori, una perfetta macchina teatrale in cui il gioco del teatro nel teatro è svelato per mettere a nudo, in modo straordinario, la menzogna della scena, con una struttura che scava nel profondo.
Claire e Solange, due serve smunte e androgine, vivono un rapporto di amore - odio con la loro padrona – la sontuosa Madame - che incarna tutti gli ideali perduti: eleganza, bellezza, successo. Loro, brutte e sempre più arcigne, ogni sera, quando la padrona non c'è, si ritrovano ad allestire un ossessivo teatrino, una doppia vita in cui, come bimbe perverse, giocano "a fare Madame". A turno, vestono i suoi abiti, la imitano e, alla fine del rito, la uccidono.
Ma ben presto finzione e realtà, nelle loro menti schizofreniche, si sovrappongono. Terrorizzate dall'idea che l'amante di Madame, da loro denunciato con delle lettere anonime, sarà presto rilasciato e che la verità sarà scoperta, tentano, come estrema soluzione, di avvelenare la padrona con una tazza di tisana che Madame, nella sua svagata disattenzione, non berrà. Sarà invece Claire, sempre più sprofondata nella doppiezza della sua vita, ad ingerire la bevanda avvelenata offertale dalla sorella carnefice.
Claire e Solange, vittime di una ingordigia metafisica nei confronti di Madame, simbolo di un potere assoluto da abbattere, disgustoso ed affascinante al contempo.
Claire e Solange incarnano alla perfezione un dualismo perpetuo, affondate o forse prigioniere nei ruoli violenti e speculari della "vittima" e del "carnefice", della "criminale" e della "santa". Facce di una stessa medaglia che coesistono in ciascuno di noi e che, spesso, si sovrappongono fino a confondersi.


Teatro Palladium - Università Roma Tre
Sito ufficiale: http://teatropalladium.uniroma3.it/
Pagina FB: https://www.facebook.com/search/top/?q=teatro%20palladium

Prezzi spettacoli:
intero € 15 / ridotto € 10 / studenti € 5

Prevendite:
biglietteria.palladium@uniroma3.it - tel. 327 2463456 (orario 10:00-13:00 / 15:00 – 20:00)
http://www.liveticket.it/TeatroPalladium

Organizzazione e promozione Teatro Palladium: Music Theatre International
Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni

 


La Divina Commediola con Giobbe Covatta | prima volta a Roma | dal 31 ottobre al 5 novembre | Teatro Vittoria di Roma

La Divina Commediola

con Giobbe Covatta
produzione Papero s.r.l. e Mismaonda 



"O' vero" disse il Duca dal suo banco "Fin da bambini ci avevano avvisato
Se fai il cattivo arriva l'uomo bianco E mangia tutto! Infatti così è stato"


Tanti illustri personaggi hanno letto e commentato la Divina Commedia del grande Dante Alighieri.
Giobbe Covatta ha recentemente reperito in una discarica il manoscritto di una versione "apocrifa" della Commedia scritta da tal Ciro Alighieri. Purtroppo è stato reperito solo l'inferno e non in versione completa.

Dopo un attento lavoro di ripristino si può finalmente leggere questo lavoro dimenticato che ha senz'altro affinità ma anche macroscopiche differenze con l'opera dantesca.

Intanto l'idioma utilizzato non è certo derivato dal volgare toscano ma è senz'altro più affine alla poesia napoletana.  Si nota poi come il poeta abbia immaginato l'inferno come luogo di eterna detenzione non per i peccatori ma per le loro vittime!  E non poteva trovare diversa soluzione in quanto le vittime sono i bambini ovvero i più deboli, coloro che non hanno ancora cognizione dei loro diritti e non hanno possibilità di difendersi. Così mentre resterà impunito chi ha colpito con le sue nefande azioni dei piccoli innocenti del terzo mondo, il Virgilio immaginato dall'antico poeta lo accompagnerà per bolge popolate da bambini depauperati per sempre di un loro diritto, di qualcosa che nessuno potrà mai restituirgli.

Giobbe Covatta ci legge la sua personale versione della Divina Commedia totalmente dedicata ai diritti dei minori: i contenuti ed il commento sono spassosi e divertenti, ma come sempre accade negli spettacoli del comico napoletano, i temi sono seri e spesso drammatici.

Conoscere i diritti dei bambini riconosciuti dalla Convenzione Internazionale sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, conoscere i modi più comuni con cui questi diritti vengono calpestati equivale a diffondere una cultura di rispetto, di pace e di eguaglianza per tutte le nuove generazioni. 

 

dal 31 ottobre al 5 novembre 2017 ore 21.00 (martedi 1 novembre ore 17.00; domenica ore 17.30)

TEATRO VITTORIA / ATTORI & TECNICI 

Piazza S. Maria Liberatrice 10, 00153 Roma (Testaccio)
Biglietti:  intero platea 28, intero galleria 22 (compresi 3 euro di prevendita)
Ridotti in convenzione: platea 21 e galleria 18 (compresi i 3 euro di prevendita)
Promozione gruppi: 1 biglietto cortesia ogni 10 spettatori paganti  
Botteghino: 06 57 40 170 ; 06 57 40 598 _ lunedì (ore 16-19), martedì - sabato (ore 11- 20), domenica (ore 11-13.30 e 16-18)
Vendita on-line e info: www.teatrovittoria.it 
Come arrivare: Metro: Piramide ; Bus: 170, 781, 83, 3

Il Signore della bellezza di Pier Luigi Amata in uscita il 26 ottobre edito da La Nave di Teseo

IL SIGNORE DELLA BELLEZZA
di
Pier Luigi Amata 



Un romanzo serrato e implacabile,
una parabola perfetta sull'essenza della bellezza.

Data di uscita 26 ottobre 2017
Casa editrice La nave di Teseo 
Collana I Delfini
Titolo Il Signore della bellezza
Autore Pier Luigi Amata 
Prezzo 13,00 Euro
Pagine 192
Aldo Miracolo, 47 anni, è un affermato chirurgo plastico. Lavora in una clinica privata di Roma, è molto ricco, ha due figli con una moglie bellissima che desidera con passione. Ma questo quadro idilliaco è troppo stretto per l'animo inquieto di Aldo che ha avuto una vita movimentata fin da quando, giovane medico in Brasile, si innamora dell'amante di un collega per la quale è disposto a mettere tutto in discussione.
Rientrato in Italia, Aldo diventa un professionista di successo, un artista del bisturi che modella i corpi dei suoi pazienti dando forma ai loro sogni di bellezza. Ogni giorno, mentre osserva gli uomini e le donne sul lettino, sospesi tra incertezza e ricerca della felicità, Aldo soffre e rischia con loro – finché la sua stessa vita rischia di sfuggirgli di mano.
Pier Luigi Amata è chirurgo plastico e un appassionato conoscitore di pittura antica. 
Il Signore della bellezza è il suo primo romanzo.